lunedì 21 maggio 2018

Ciao Sorcetto



Sorcetto non c’è più, e come ogni cane che se va anche lei lascia un vuoto immenso.
Quasi un quarto della mia vita passata con lei, con Souris per tutti Sorcetto.
Più che un cane uno straccetto di peli di poco più di 5 chili, che amava l’acqua, il fango, e la neve. Non amava molto i bambini, le biciclette e le ruote, mordeva anche quelle delle carriole! Ha fatto ridere un sacco di gente per le sue performance esilaranti: saltava e correva come una lepre ma aveva le zampe poco più alte di quelle di un pinguino.
Ciao trappoletta ci ritroveremo prima o poi, nel frattempo continuerò a dipingere usando la tua ciotola fedele compagna di viaggio.







mercoledì 16 maggio 2018

Dipingere Carloforte, corso di acquerello "en plein air"


Corso di Acquerello “en plein air”

Carloforte, Isola di San Pietro (CA) Sardegna, 9/14 Ottobre 2018

Migriamo a Carloforte sull’Isola di San Pietro per dipingerne dal vivo la sua natura mediterranea, le sue policrome scogliere a strapiombo sul mare, le sue calette dall’acqua trasparente e i caruggi di Carloforte, un lembo di Liguria trapiantato in Sardegna. Migriamo a Carloforte per salutare i Falchi della Regina che si preparano a compiere il lungo viaggio migratorio che li porterà in Madagascar a passare l’inverno. Migriamo su un isola di sfolgorante bellezza, colonizzata nel Settecento da un gruppo di marinai liguri provenienti dall'Isola di Tabarka, in Tunisia, che della riviera ligure hanno conservato il dialetto, la cultura e le tradizioni. Sei giorni dedicati alla pittura dal vivo tra calette, spiagge, scogliere, pinete e le stradine colorate del centro storico di Carloforte.




PROGRAMMA

Martedì 9. Trasferimento dall’aeroporto di Cagliari a Carloforte. Accoglienza dei partecipanti presso l’hotel Hieracon a Carloforte. Ore 16 presentazione del corso e primi esercizi. Cena presso struttura convenzionata. Pernottamento.

Mercoledì 10. Prima colazione. Ore 9,30 inizio delle attività. Cala Lunga, La Punta e le tonnare. Cena presso struttura convenzionata. Pernottamento.

Giovedì 11. Prima colazione. Ore 9,30 inizio delle attività. La selvaggia costa occidentale: scogliere del Faro di Capo Sandalo, trasparenze a Cala Fico. Le scogliere del Falco della Regina: escursione guidata nel tardo pomeriggio alla riserva della LIPU. Cena presso struttura convenzionata. Pernottamento.

Venerdì 12. Prima colazione. Ore 9,30 inizio delle attività. Sketching tra i caruggi di Carloforte e il porticciolo dei pescatori. Cena presso struttura convenzionata. Pernottamento.

Sabato 13. Prima colazione. Ore 9,30 inizio delle attività. La costa meridionale: incantevoli spiagge tra Punta nera e Punta Colonna. In serata mostra dei lavori realizzati presso l’Hotel Hieracon. Cena presso struttura convenzionata. Pernottamento.

Domenica 14. Prima colazione. Ore 9,30 inizio delle attività. Sketch alle saline. Ore 15 termine delle attività. Trasferimento da Carloforte all’aeroporto di Cagliari.





QUOTE INDIVIDUALI DI  PARTECIPAZIONE

Soggiorno di 6 giorni/5 notti dal 9 al 14 ottobre 2018 presso l’Hotel Hieracon Carloforte.
Cene presso la trattoria La Cantina, Carloforte.

€ 715,00  comprensivi di pernottamento in camera doppia uso singola, cena presso ristorante convenzionato e corso
€ 655,00 comprensiva di pernottamento in camera doppia, cena presso ristorante convenzionato e corso
€ 350,00 solo corso (escluso pernottamento e cene)


La quota comprende:

N. 5 pernottamenti e prime colazioni presso Hotel Hieracon Carloforte.
N. 5 cene presso la trattoria La Cantina, Carloforte (compreso ¼  di vino, ½ litro acqua o birra).
Lezioni del corso tenute da Lorenzo Dotti per l’intera durata del soggiorno

La quota non comprende:

- I costi del viaggio a/r Isola di San Pietro dal vostro luogo di residenza
- Tutti i costi di trasporto via terra e via mare durante tutto il soggiorno
- Il pranzo di mezzogiorno
- Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”

Il corso è aperto a principianti ed esperti  disegnatori, di età superiore ai 14 anni.
Numero minimo di partecipanti 8 massimo 14.

L’iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo: lorenzodotti58@gmail.com  entro la data del 30 giugno; contestualmente andrà versata la caparra concordata a seconda della soluzione scelta.

Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti  3334648829 


Il trasporto dei partecipanti provenienti dal continente verrà effettuato con un pulmino convenzionato dall'Aeroporto di Cagliari all'Hotel Hieracon.  







Lorenzo Dotti
Nato a Torino il 7 giugno 1958; vive e lavora nella campagna torinese e nell’Isola di Capraia (Arcipelago Toscano). Illustratore naturalista e acquerellista nel 2001 costituisce la Società di allestimenti museali e divulgazione scientifica “STUDIO ALCEDO”. Dal 2000 al 2010 docente di Disegno Naturalistico per il Corso di Laurea in Conservazione dei Beni culturali e ambientali presso l’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. Dal 1990 insegna disegno naturalistico nei numerosi corsi tenuti in varie località italiane. Le sue illustrazioni sono apparse in numerosi libri:
Guida al riconoscimento degli Uccelli d’Europa (F. Mezzatesta 1989) Uccelli: dai corvidi ai galliformi (M.Pellegrini- 1996) Uccelli d’Europa, Nordafrica, Medio Oriente e Accidentali (F. Mezzatesta, L. Dotti - 1999) Uccelli Passeriformi (F. Fraticelli - 2000) Uccelli di mare e limicoli (F.Petretti - 2002) Le orchidee spontanee della Valle di Susa (Isaja e Dotti -2003) Le orchidee spontanee della provincia di Asti (Isaja e Dotti – 2010) Il taccuino del Birdwatching (Brillante, Dotti-2012) Ophrys d’Italia (Souche, Romolini 2012) Isola di Capraia (Dotti – 2015) Isola di Gorgona (Dotti - 2016) Isola d’Elba (Ambrogio, Dotti, Gemma 2016) Monferrato tra colline e risaie (Dotti-2016) Orchidee del Piemonte (Isaja, Dotti, Bombonati –2017) Guida agli uccelli del Mediterraneo (Mezzatesta, Dotti - 2017) Biowatching, Italia, Mediterraneo e Tropici (Mezzatesta, Zanichelli, Dotti - 2018)

Link Lorenzo Dotti
Blog: http://lorenzodottisketcher.blogspot.it/
Flickr: http://www.flickr.com/photos/45522297@N03/
Natura Mediterraneo: http://www.naturamediterraneo.com/corsodisegno/

martedì 24 aprile 2018

Tanto bella quanto rara: la Silene vellutata delle Eolie




Silene vellutata delle Eolie, Silene hicesiae
Brullo et Signorello, Willdenowia 14 (1): 141. 1984
Corotipo. Endemita siciliano esclusivo dell’arcipelago eoliano.

Il sentiero per Punta del Corvo sale ripido e solo se ti giri indietro ti rendi conto di quanto sia verticale. Ma ne vale veramente la pena, la macchia mediterranea è in piena fioritura e un invasione di colorati uccelli migratori invade tutto fra terra e cielo. I Falchi pecchiaioli arrivano in gruppo bassi sul mare poi raggiunta la costa si fanno dolcemente trasportare dalle correnti ascensionali che li fanno salire di quota fino a Punta del Corvo e qui si lanciano planando verso la costa calabra in una formazione stratificata che ricorda una squadriglia di arei della  Royal Air Force in missione! Mi fermo poco prima della vetta per dipingere tutte le Isole dell’Arcipelago eoliano che si stagliano all’orizzonte, tranne una Alicudi nascosta dalla sorella Filicudi.

Panarea, vista da Punta del corvo, 1 maggio 2018

Proseguo per raggiungere l’obbiettivo ed eccola li la Silene vellutata delle Eolie specie endemica di queste isole incantevoli. La Silene hicesiae, tra le più rare specie della flora italiana, è stata scoperta e descritta come nuova specie per la scienza nel 1984 dai botanici Brullo e Signorello che l’hanno osservata a Panarea proprio qui sulle rupi esposte a Nord e Nord-Ovest  di Punta del Corvo.




Un'altra piccola stazione di Silene hicesiae è stata rinvenuta dal botanico Pasta nel 1997 su una cengia negli orridi settentrionali dell’Isola di Alicudi in Contrada Angona.  Ritorno verso il paese con gli occhi ricchi di nuove emozioni naturali. 
#eolielorenzodotti

domenica 15 aprile 2018

Guida al Biowatching!!




Biowatching. Italia, Mediterraneo e tropici. Guida all'osservazione
Ricca Editore 2018
Autore: Mezzatesta F., Zanichelli F.
Illustrazioni di Lorenzo Dotti.

Eccola!! La nuova guida al Biowatching tutta a colori frutto del lavoro della squadra Francesco Mezzatesta, Franca Zanichelli e Lorenzo Dotti, pratica e raffinata grazie allo straordinario lavoro di Alessandro Troisi che ne ha curato la grafica e l'impaginazione.



Questa guida è lo strumento  base per praticare il biowatching cioè la scoperta della biodiversità. Si tratta di una realizzazione editoriale nuova, di uso pratico, utile per la scoperta dei grandi ambienti italiani, mediterranei e tropicali per aiutare il lettore a scoprire ecosistemi e habitat e a riconoscere i loro "abitanti", sia animali che vegetali.



Con testi concisi e splendide tavole illustrative la guida offre un panorama di ambienti e di specie che difficilmente si possono trovare su manuali da campo.

Le chiavi per il riconoscimento sono state ideate non su basi tradizionali ma come strumento pratico per aiutare chi comincia a orientarsi nel vasto mondo della biodiversità.

Il formato è compatto, di tipo tascabile ed è lo strumento ideale per chi è appassionato di escursioni naturalistiche o ama viaggiare alla scoperta della biodiversità del Mediterraneo e dei tropici.

Pag. 240, formato pocket 11,5x19 cm., stampato su carta FSC proveniente da foreste gestite in maniera responsabile e sostenibile.
Per acquistarla qui: Ricca Editore


Qui sotto alcune doppie pagine della guida:









giovedì 5 aprile 2018

5° Festival delle Orchidee Selvatiche, Pecetto di Valenza


5° Festival delle Orchidee selvatiche
Pecetto di Valenza, 22 aprile 2018


Il Comune di Pecetto di Valenza, in collaborazione con l’Ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino, organizza per domenica 22 aprile la 5a edizione del “Festival delle Orchidee selvatiche”.




Il luogo

Pecetto di Valenza è un borgo dal fascino antico ai piedi della sua Rocca, dalla quale si apre un paesaggio vastissimo sulla pianura chiusa dall’arco alpino. Su un modesto rilievo ad est del paese, il Bric Montariolo, è stata istituita nel 2012 dalla Regione Piemonte una Riserva Naturale per tutelare un mosaico di ambienti ad alta diversità biologica. In particolare prati aridi, radure e boschetti ospitano una decina di specie di orchidee, alcune delle quali rarissime.
Si tratta della prima riserva creata in Piemonte espressamente per tutelare le orchidee, un traguardo reso possibile dalla passione dell’ex sindaco Flavio e dall’interessamento e dal sostegno del Parco.


PROGRAMMA
domenica 22 aprile
DALLE ORE 9 ALLE ORE 19 - Mostra di acquerelli “Orchidee del Piemonte” del pittore naturalista Lorenzo Dotti.



ORE 9,30 – Ritrovo presso il Parking degli impianti sportivi e partenza per la passeggiata ad anello sul Bric Montariolo, della durata di 2 ore (consigliate scarpe da trekking). Nel corso dell’escursione, condotta da guide esperte, si sosterà ad osservare le orchidee spontanee e si farà conoscenza della loro straordinaria biologia. Alla sommità del Bric si giungerà  sul Belvedere dal quale si gode di una vista spettacolare. Quindi si farà ritorno al luogo di partenza.
 
ORE 13 –  Pranzo a prezzo convenzionato presso la struttura dell’Area sportiva comunale, a base di prodotti locali, a cura dell’Associazione la “Guarnera” di Pecetto di Valenza. Costo € 15,00 - prenotazione obbligatoria (tel. 0131 940121 – cell. 334 1135039).


ORE 15,30  – Centro Culturale “Giuseppe Borsalino”

Presentazione del libro “Orchidee del Piemonte” Daniela Bombonati, Lorenzo Dotti, Amalita Isaja, Edizioni Boreali 2017, il primo Atlante/guida dedicato al Piemonte, con tutti gli aggiornamenti più recenti sulla distribuzione delle 84 specie di orchidee spontanee piemontesi.                                                                                               

Mostra di acquerelli “Orchidee del Piemonte”  del pittore naturalista Lorenzo Dotti.

Visita guidata alla mostra “Il mare a Pecetto di Valenza” 


Visita libera per tutta la giornata alla Rocca e al Centro Culturale “Giuseppe Borsalino”


Per informazioni:Comune di Pecetto di Valenza  tel. 0131940121 cell. 334 1135039

Tracce di cemento, Urban Sketchers a Casale Monferrato



Tracce di cemento

Urban Sketchers a Casale Monferrato. Sabato 21 aprile 2018

Aree Protette del Po vercellese alessandrino, Città di Casale Monferrato








Un esercito di disegnatori armati di carta e pennelli si aggira per il mondo, sono gli Urban Sketchers una comunità mondiale di disegnatori  nata per raccontare i luoghi in cui vivono o che incontrano nei loro viaggi valorizzando la pratica del disegno “en plein air” attraverso l’osservazione diretta della vita urbana.

Provate adesso a  chiudere gli occhi e riapriteli guardando le colline attorno a Casale Monferrato a cavallo tra le due guerre del secolo scorso. I crinali del Monferrato sono percorsi da lunghe teleferiche che trasportano a valle dentro ceste di vimini le preziose marne  per la produzione del cemento, qua e la sulle colline alte torri segnano l’ingresso ai pozzi di estrazione, e lunghi convogli di piccoli treni fumanti scendono agli opifici di Casale, vere e proprie cattedrali con le loro alte ciminiere.

Saremo a Casale Monferrato sabato 21 aprile  a dipingere per strada le tracce dell’epopea del cemento che ha visto questa città protagonista assoluta dell’industria cementizia all’inizio del secolo scorso. Vecchie fornaci, antichi macchinari, fabbriche abbandonate, l’ardito paraboloide queste alcune delle suggestive tracce che troveremo sul territorio casalese.


Programma


Sabato 21 aprile ore 9,30. Castello di Casale raduno dei partecipanti, consegna del taccuino dedicato sul quale disegnare durante la giornata e inizio della maratona-sketchers per le vie di Casale accompagnati da Lorenzo Dotti e Carlo Rosso.
Ore 18. Castello del Monferrato, aperitivo volante offerto dal Comune di Casale presso l’Enoteca Regionale. Esposizione dei taccuini presso il Castello del Monferrato e foto di gruppo
Ore 19 fine delle attività.

Informazioni 
La partecipazione alla giornata di Sketchers è gratuita ed è aperta a tutti, per qualsiasi informazione potete scrivere a lorenzodotti58@gmail.com o telefonare al 3334648829



Il Taccuino dello Sketcher

In occasione della maratona di disegno verrà distribuito ai partecipanti un taccuino spiralato del formato 15x21 cm contenente 10 fogli di cartoncino acquerellabile bianco con grafica dedicata all’evento, sul quale lavorare durante la giornata

Il taccuino dello Sketchers


giovedì 29 marzo 2018

La mia Palette Watercolor


Concentrare in poco spazio tutti i colori della natura è impossibile, e cosi bisogna selezionare tra i tanti colori quelli che secondo noi sono indispensabili per lavorare sul campo e in studio.
La mia paletta in metallo contiene 28 Godet della  White Nigths, marca con la quale lavoro da oltre quattro anni per lo straordinario rapporto qualità-prezzo.

Palette in costruzione

Degli oltre settanta colori prodotti dalla ditta russa ho scelto per la  palette quelli più interessanti per i miei lavori in natura, privilegiando la gamma dei blu per cieli e mari, dei rosa per la flora e cercando i verdi che più si avvicinano a quelli naturali.

Paletta in costruzione
Questi i Godet selezionati, di cui riporto numero e nome come potete trovare su Mondo Artista:

203 Giallo di cadmio limone. 201 Giallo di cadmio medio. 209 Giallo di Napoli. 405 Terra di Siena naturale.
216 Giallo oro. 318 Rosso scarlatto. 319 Rosso carminio chiaro. 313 Lacca di garanza chiara. 608 Rosa-violetto. 607 Violetto. 324 Magenta. 321 Rosso inglese. 406 Terra di Siena bruciata. 408 Terra d’ombra bruciata. 805 Nero neutro. 403 Seppia. 730 Terra verde. 725 Verde oliva scuro. 727 Verde oliva chiaro. 718 Verde giallo. 713 Verde smeraldo. 516 Indaco.  510 Lacca blu. 511 Blu oltremare. 509 Azzurro chiaro o Ceruleo helio. 513 Blu ftalo. 508 Blu di cobalto. 524 Blu idantrene

I colori White Nights li trovate sia sciolti che in confezioni in pochi negozi di belle arti tra cui lo storico Gino Ramaglia a Napoli, oppure online  sul sito di Mondo Artista

Questa la mia palette: